page_xn_02

Notizia

Domande frequenti sull'importazione e l'esportazione di sostanze chimiche pericolose e ispezione degli imballaggi

È stato implementato l'annuncio dell'amministrazione generale delle dogane n. 129 del 2020 "Avviso su questioni relative all'importazione e all'esportazione di prodotti chimici pericolosi e ispezione e supervisione degli imballaggi". La dogana ha successivamente ricevuto consulenze commerciali da molte società di importazione ed esportazione, selezionare appositamente 9 domande rappresentative tra loro. Per domande specifiche, prepareremo le risposte alle domande più frequenti sull'ispezione e la supervisione di prodotti chimici pericolosi di importazione ed esportazione e il loro imballaggio per il riferimento delle aziende interessate.

1. Dovrebbero essere effettuate ispezioni sui prodotti chimici pericolosi importati attraverso il commercio di trasformazione?

A:Le sostanze chimiche pericolose comportano problemi di sicurezza. Pertanto, in linea di principio, le sostanze chimiche pericolose importate con vari metodi commerciali devono essere ispezionate e anche le sostanze chimiche pericolose importate tramite il commercio di trasformazione devono essere ispezionate in conformità con i requisiti di ispezione delle sostanze chimiche pericolose di importazione ed esportazione.

2.La scheda di sicurezza del liquido miscelato mostra che il punto di infiammabilità è "non applicabile". Si può ritenere che non appartenga alle sostanze chimiche elencate nell'elenco delle sostanze chimiche pericolose (edizione 2015)?

A:La miscela viene prima cercata con i suoi componenti principali in riferimento alla sostanza pura per vedere se c'è una voce corrispondente alla miscela XXX (come 124 "miscela di propino e propadiene [stabile]", 276 "miscela di etere di difenile polibromurato", ecc. .), Se c'è un articolo corrispondente, si ritiene che appartenga all'articolo;

Se non c'è un articolo corrispondente, dipende principalmente dal fatto che il punto di infiammabilità sia inferiore o uguale a 60 e la conformità è giudicata appartenente all'articolo 2828 del "Catalogo dei prodotti chimici pericolosi (edizione 2015)"

Il giudizio generale che non soddisfa le condizioni di cui sopra è che non appartiene alle sostanze chimiche elencate nel "Catalogo sostanze chimiche pericolose (edizione 2015)".

4. È necessario che l'esportazione di prodotti chimici richieda alle imprese di fornire rapporti di classificazione e identificazione delle caratteristiche pericolose?

R:Secondo l'"Annuncio dell'amministrazione generale delle dogane su questioni relative all'ispezione e alla supervisione dell'importazione e dell'esportazione di sostanze chimiche pericolose e dei loro imballaggi" (annuncio n. 129 nel 2020), il rapporto di classificazione e identificazione delle caratteristiche pericolose è un materiale essenziale per la dichiarazione di sostanze chimiche pericolose per l'esportazione, come la determinazione delle merci Le imprese dovrebbero fornire le sostanze chimiche elencate nel "Catalogo sostanze chimiche pericolose (edizione 2015)".

5. Sulla confezione è presente solo la lettera "UN". Soddisfa i requisiti senza un cerchio?

UN:Il simbolo dell'imballaggio delle Nazioni Unite viene utilizzato per dimostrare che il contenitore di imballaggio è conforme ai requisiti delle "Raccomandazioni sul trasporto di merci pericolose, regolamenti modello" delle Nazioni Unite. Il simbolo dell'imballaggio convenzionale è la "u" e la "n" minuscole disposte in alto e in basso in un cerchio, ma per gli imballaggi in metallo può essere sostituito direttamente dalle lettere maiuscole stampate "UN". Nel trasporto ferroviario e stradale possono essere utilizzati anche i simboli "RID" e "ADR".

6. È necessario fornire una relazione di classificazione e identificazione delle caratteristiche pericolose per le sostanze chimiche pericolose importate?

A:La dogana non raccoglie il rapporto di classificazione e identificazione delle caratteristiche pericolose per le sostanze chimiche pericolose importate

news

7.È possibile semplificare l'etichettatura di piccoli imballaggi di sostanze chimiche pericolose?

A:Secondo le "Disposizioni per la preparazione delle etichette di sicurezza chimica" (GB 15258-2009), per i piccoli imballaggi di sostanze chimiche inferiori o uguali a 100 ml, per comodità di etichettatura, gli elementi dell'etichetta di sicurezza possono essere semplificati, compresa l'identificazione chimica, i pittogrammi e le parole di segnalazione , la dichiarazione di pericolo, il telefono per la consultazione di emergenza, il nome del fornitore e il numero di telefono di contatto e le informazioni possono essere riferite alla lingua del prompt.

8. Un'impresa commerciale di merci pericolose deve richiedere alla dogana una valutazione dell'uso di imballaggi per merci pericolose?

A:Secondo la "Legge sull'ispezione delle merci di importazione ed esportazione della Repubblica popolare cinese" e le sue norme di attuazione, le imprese che producono merci pericolose devono rivolgersi all'agenzia di ispezione delle merci per la valutazione dell'uso di contenitori di imballaggio. La valutazione dell'uso di imballaggi per merci pericolose deve essere gestita dall'impresa di produzione di merci pericolose alla dogana locale.

9. Qual è l'ambito dell'ispezione delle sostanze chimiche pericolose di importazione ed esportazione?

A:Secondo il "Regolamento sulla gestione della sicurezza delle sostanze chimiche pericolose" (Ordinanza n. 591 del Consiglio di Stato) e l'"Avviso dell'amministrazione generale delle dogane su questioni relative all'ispezione e alla supervisione dell'importazione e dell'esportazione di sostanze chimiche pericolose e Il loro imballaggio" (Annuncio n. 129 del 2020), l'attuale dogana Effettuare ispezioni sull'importazione e sull'esportazione di sostanze chimiche pericolose elencate nel "Catalogo sostanze chimiche pericolose (edizione 2015)".


Tempo di posta: 28-07-21

Inchiesta

24 ore in linea

Per richieste sui nostri prodotti o sul listino prezzi, lasciaci la tua email e ti contatteremo entro 24 ore.

Richiedi ora